A scuola nei Musei – Scuola secondaria di II grado

PERCORSI DI MOSTRA

Percorso di mostra “L’Otello di Boito e Verdi: storia di un capolavoro” (Palazzo Bossi Bocchi, dal 5 ottobre al 22 dicembre 2019)

Il percorso di mostra è dedicato alla descrizione del processo creativo della celebre opera “Otello”, frutto della collaborazione tra Giuseppe Verdi e Arrigo Boito con Giulio Ricordi.

Percorso di mostra “La Certosa di Parma. La città sognata da Stendhal interpretata da Carlo Mattioli” (Palazzo Bossi Bocchi, dal 22 febbraio al 31 maggio 2020)

Il percorso di mostra sarà dedicato all’immaginifico tempo di Parma raccontato da Stendhal, nelle visioni contemporanee di Carlo Mattioli.

STORIA DELL’ARTE

Ad ogni epoca la sua arte (1 incontro – Palazzo della Pilotta, Galleria Nazionale)

“Ad ogni epoca la sua arte, all’arte la sua libertà”. Il percorso prende spunto da questo famoso motto, per scoprire gli elementi peculiari dell’arte e dell’architettura di un’epoca. Partendo dalle zone esterne del grande Palazzo della Pilotta e arrivando alle opere d’arte che esso contiene, sveleremo come e quanto edifici e dipinti siano testimoni delle esigenze, degli stili e del gusto dei vari mutamenti storico-artistici, dal medioevo all’epoca contemporanea.

Solare bellezza, eleganza lunare: Correggio vs Parmigianino (1/2 incontri – Galleria Nazionale)

Agli inizi del ‘500 l’aria un po’ stagnante della cultura figurativa locale viene spazzata via dalla comparsa in scena, a stretto giro, di due straordinarie personalità: Correggio e Parmigianino. I due artisti aprono a un confronto di sensibilità e linguaggi tanto seducenti quanto distanti.

Leonardo, il pittore tra arte e scienza (2 incontri – Palazzo Bossi Bocchi, Galleria Nazionale)

Pittore, architetto, ingegnere, filosofo, inventore e instancabile sperimentatore, ebbe modo di lavorare per gli uomini più potenti della sua epoca, i quali ne ammiravano l’indiscutibile genialità. Attraverso il percorso si vuole celebrare il Genio per eccellenza, cercando di raccontarne le opere e le invenzioni più importanti.

La pittura racconta (2 incontri – Galleria Nazionale, Camera San Paolo, Palazzo del Giardino)

L’ipotesi è quella di scoprire, attraverso opere scelte secondo un percorso storico-cronologico, la vocazione narrativa dell’arte individuando modi, tempi, temi e repertori del racconto per immagine.

Sulle tracce di Maria Luigia (1 incontro – Palazzo Bossi Bocchi)

A distanza di più di due secoli dal suo ingresso nel ducato di Parma l’aurea di Maria Luigia vive nel ricordo dei Parmigiani come testimonianza del ringraziamento per le riforme attuate durante il suo governo. Il percorso prenderà in esame le opere storiche e artistiche di epoca luigina individuando gli interventi urbanistici e architettonici realizzati durante la sua ducea e soffermandosi infine sulle cosiddette munificenze, opere a prevalente carattere assistenziale destinate a dotare la città di strutture e servizi di tipo moderno che hanno profondamente connotato il volto di Parma e del suo territorio.

Tutelare il racconto della storia: un impegno civile (1 incontro – Palazzo Bossi Bocchi)

La nostra Costituzione compie 70 anni. L’articolo 9 è tra i principi fondanti della carta costituzionale. L’enunciato non trova riscontro in altre costituzioni occidentali dimostrando la contemporaneità della nostra e la capacità dei costituenti di individuare quei valori e diritti inalienabili, che solo in seguito hanno mostrato appieno la loro forza ed essenzialità nel promuovere lo sviluppo sociale e culturale della società. La proposta intende sensibilizzare il giovane pubblico alla conoscenza e salvaguardia del patrimonio storico, culturale, artistico, paesaggistico e scientifico italiano, e ai principi dell’impegno e della responsabilità personale nei confronti del “bene comune”.

Occhi sulla città (2 incontri – Palazzo Bossi Bocchi)

Una lettura della città come momento di riflessione sul rapporto complesso, talora irrisolto, tra i segni della storia e quelli della contemporaneità.

Laboratorio d’artista (2 incontri – Galleria Nazionale)

Laboratorio dell’artista è prima di tutto il suo studio o bottega, il luogo dei materiali, della polvere e della techne, ma anche, o prima, laboratorio d’artista è la sua mente, il suo cuore, il non luogo dove nascono le idee e le inventioni… un percorso che consenta l’accesso per ragazzi curiosi di qualsiasi età o formazione a questi luoghi solitamente chiusi e preclusi.

La pittura di “macchia”, una rivoluzione tutta italiana: i Macchiaioli (1 incontro – Palazzo Bossi Bocchi)

Il percorso pone l’accento su un importante momento storico in cui un clima di “rivoluzioni” interiori, sociali e politiche, porterà alcuni giovani artisti ad “osare”, allontanandosi dalle rigide regole accademiche per creare qualcosa di realmente innovativo.

Il fascino del mito nei dipinti del salottino Borghesi tra leggenda e storia (1 incontro – Palazzo Bossi Bocchi)

Il percorso ripercorre brevemente la storia dei miti, da “misteriose leggende” che raccontano la nascita del mondo a “esempi di vita”, e, attraverso l’analisi delle rappresentazioni ottocentesche conservate nelle collezioni di Palazzo Bossi Bocchi, sottolinea l’importanza che il mito, con variazioni e mutamenti, ha conservato nel corso dei secoli.

ARCHEOLOGIA

Parma prima di Parma (1 incontro – Museo Archeologico Nazionale)

Visita guidata nella sala del museo dedicata alla Preistoria per scoprire attraverso i più antichi reperti scoperti a Parma e nella sua provincia le trasformazioni del territorio quando la città non esisteva ancora.

La civiltà egizia nella collezione del Museo Archeologico Nazionale di Parma (1 incontro – Museo Archeologico Nazionale)

Attraverso i reperti esposti in museo si percorreranno diversi aspetti dell’antico Egitto: vita quotidiana, magia, religiosità e arte.

Il municipium di Veleia (1 incontro – Museo Archeologico Nazionale)

Grazie agli scavi che si sono succeduti nel tempo, gli archeologi hanno portato alla luce una grande quantità di reperti, tramite i quali è possibile ricostruire alcuni importanti aspetti della vita e della quotidianità di un’antica città romana.

Veleia: percorso nell’area archeologica (1 incontro – Area Archeologica di Veleia)

L’esplorazione di Veleia ebbe inizio nel 1760 in seguito al ritrovamento fortuito dell’importantissima Tabula alimentaria traianea ed è proseguita per più di due secoli. Durante il percorso nel sito sarà possibile scoprire il frutto di queste indagini e analizzare i vari aspetti della vita di una cittadina romana. (I costi di trasporto dell’operatrice e della classe sono a carico della scuola). Il percorso sarà attivo da aprile

Parma romana: dalla fondazione della città all’età tardoantica (2 incontri – Palazzo Bossi Bocchi, centro cittadino)

Durante il primo incontro, da svolgersi presso Palazzo Bossi Bocchi, partendo dalle fonti storiche e letterarie, verranno delineati il contesto storico della nascita della città e le varie tappe della sua evoluzione, con un’attenzione particolare allo studio della struttura urbanistica e degli edifici pubblici della città in epoca imperiale. Nel secondo incontro, da svolgersi nel centro cittadino, i ragazzi verranno condotti per le strade della città moderna alla scoperta della Colonia Iulia Augusta Parmensis.

Introduzione all’epigrafia latina (3 incontri – Palazzo Bossi Bocchi)

Durante il primo incontro verrà presentata la disciplina dell’epigrafia e saranno forniti gli strumenti per l’analisi e la comprensione di un’epigrafe. Nel secondo incontro un’attività laboratoriale a gruppi permetterà agli alunni di cimentarsi nella materia. Il terzo incontro sarà dedicato alla verifica e alla valutazione degli elaborati prodotti.

STORIA DEL LIBRO E DELLA STAMPA

La Biblioteca Palatina tra Storia, arte e cultura (1 incontro – Biblioteca Palatina)

Nel contesto della Biblioteca Palatina, fondata nel Settecento e con una storia assolutamente d’eccezione nel panorama abituale delle istituzioni bibliotecarie “antiche”, si analizzano le scelte messe in atto al momento della sua istituzione e si individuano i punti di contatto e di divergenza con la biblioteca moderna. Il percorso sarà attivo dalla primavera.

Giambattista Bodoni: quando il libro diventa opera d’arte (1 incontro – Museo Bodoniano)

Convenienza e proporzione: in questo consisteva il bello per Bodoni che, non solo portò la stamperia di Parma ad altissimi livelli, ma divenne famoso soprattutto per la creazione di nuovi tipi, considerati modello dei caratteri moderni. L’incontro ripercorre le fasi di produzione, dal progetto alla fusione del carattere, fino a mostrare il libro finito nelle sue parti specifiche. Attraverso gli strumenti, i materiali e i testi presenti in museo i ragazzi avranno modo di ripercorrere il lavoro della tipografia di Bodoni e di conoscere l’importanza rivoluzionaria dei libri a stampa. Il percorso sarà attivo dalla primavera.

Da Gutenberg all’ e-book (1 incontro – Museo Bodoniano e Biblioteca Palatina)

Alla metà del XV secolo Johann Gutenberg inventò la stampa e tutto cambiò. L’incontro parte proprio dall’invenzione dei caratteri mobili e del torchio tipografico fino ad arrivare agli odierni supporti multimediali, analizzando le fasi produttive, le tecniche e i materiali del libro a stampa, oggetto che rivoluzionò il diffondersi delle idee e nel contempo la vita stessa dell’uomo.

Continuando l'accesso a questo sito web, acconsentite all'uso dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito è impostato in modo che continuando l'accesso acconsentite all'uso dei Cookie.

Chiudere